02/10/2018 Dal Credito Cooperativo
“Quel mattino a Lampedusa” di Antonio Riccò. Dopo 5 anni, un libro Ecra per non dimenticare la tragedia nel mare di Lampedusa

Domani, 3 ottobre, saranno cinque anni dalla tragedia che vide, nel mare di Lampedusa, la morte di 368 migranti e suscitò (nel nostro Paese, e non solo) una ondata emotiva senza precedenti, contribuendo a mostrare sotto una angolazione differente (nella sua cruda drammaticità) un tema cruciale come quello delle migrazioni.

Per commemorare questo tragico evento, ma anche per favorire una riflessione attenta su un argomento complesso, la casa editrice del Credito Cooperativo, ECRA, ripropone il libro “Quel mattino a Lampedusa” di Antonio Riccò. Si tratta di una lettura scenica – un testo, peraltro, facilmente rappresentabile – dedicata proprio alla tragedia avvenuta nelle acque dell’isola siciliana, “porta d’Europa”.

Riccò è scrittore, insegnante ed ex dirigente scolastico. Da alcuni anni vive in Germania.

Il volume si avvale di un breve saggio introduttivo di don Luigi Ciotti e della collaborazione del prof. Christopher Hein, consigliere strategico del Consiglio Italiano Rifugiati.