27/10/2014 News
Iccrea Holding supera la valutazione approfondita della Bce
10,64% CET1 ratio post AQR, 10,83% CET1 ratio post Stress Test Baseline Scenario (soglia minima 8%),7,36% CET1 ratio post Stress Test Adverse Scenario (soglia minima 5,5%).

“Riceviamo con soddisfazione l’esito delle valutazioni effettuate dalla Banca Centrale Europea che riflettono, a nostro avviso, la solidità del Gruppo bancario Iccrea e la robustezza dei presidi organizzativi di assunzione, gestione e misurazione dei rischi dei quali il Gruppo stesso si è dotato. Questo risultato è ulteriore stimolo per proseguire nell’impegno del Gruppo nel mantenere e consolidare questi presidi, coerentemente con l’evoluzione dell’impianto di Vigilanza Prudenziale in atto ormai da diversi anni”.
Così ha commentato il presidente di Iccrea Holding, Giulio Magagni, nell’apprendere, analogamente agli altri istituti coinvolti, i risultati dell’AQR (Asset Quality Review) condotto dalla Banca Centrale Europea e dello Stress Test promosso dall’European Banking Authority in collaborazione con la Bce.
Il risultato conseguito testimonia sia l’efficacia con la quale il Gruppo sta interpretando la partnership con le Banche di Credito Cooperativo – con cui le società del Gruppo stesso lavorano quotidianamente a sostegno del territorio – sia il valore del percorso intrapreso di rafforzamento di questa partnership.
Le Banche di Credito Cooperativo, socie e clienti del Gruppo Iccrea, hanno infatti sostenuto, con puntuale impegno, gli interventi di aumenti di capitale che hanno permesso al loro Gruppo bancario di perseguire la strategia di partnership e di accompagnarle nelle attività sul territorio.
Iccrea Holding auspica, inoltre, che grazie ai risultati di queste approfondite analisi e la costituzione dell’Unione Bancaria, si dia vita a un sistema bancario europeo, solido, efficace, e attento anche alle peculiarità che contraddistinguono gli istituti coinvolti e il loro ruolo a sostegno dell’economia, affinché questi siano in grado di soddisfare tempestivamente le esigenze delle famiglie e delle imprese clienti.
Alessandro Azzi, presidente della Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo, esprime il compiacimento nei confronti di Iccrea Holding per i risultati positivi appena resi noti e sottolinea come essi “confermino la vitalità del modello mutualistico bancario e l’importanza di una regolamentazione attenta a riconoscere il valore della biodiversità all’interno del mercato bancario, a beneficio della concorrenza e del servizio alle comunità locali”.

Extranet del Credito Cooperativo
entra
Area riservata ai sindaci delle BCC-CR
entra